Ricerca

Categorie

Tag

Archivi


« | Main | »

Haiti, cronache e solidarietà in Rete. E Negroponte per il premio Nobel a internet

By Francesca Oliva | gennaio 15, 2010

> Guarda la puntata di Unomattina_Spazio Web

Nella puntata di oggi dello spazio dedicato al mondo del web (tutti i venerdì alle 9.08 all’interno di Unomattina) ci siamo occupati di come ormai per ogni grande veneto mondiale, internet si trasformi in un immenso canale di informazione, testimonianze dirette e solidarietà. La tragedia di Haiti è l’ultimo esempio. Su Twitter, fin dai primi istanti dopo il terremoto, migliaia di comunicazioni che rimandano a notizie, foto, video o risorse.

E i grandi giornali iniziano ad andare oltre l’aggiornamento o la semplice riproposizione testuale di quello che si può trovare, ma propongono a chi naviga liste di fonti dirette ma certificate da seguire per avere l’informazione in tempo reale. Ecco quelle del New York Times e del Los Angeles Times. E anche su Facebook grande mobilitazione e tanta solidarietà, quella che nasce sui gruppi e sui messaggi delle persone comuni alle risorse che offrono le pagine ufficiali dei grandi media – come CNN e MSNBC ad esempio – che propongono risorse e link da condividere.

Su Google è attivo un centro d’emergenza dedicato ad Haiti. Da questa pagina è possibile effettuare versamenti a favore delle organizzazioni ufficiali che stanno raccogliendo aiuti internazionali. Da questa pagina invece si può compilare un modulo per cercare qualcuno o richiedere informazioni su persone disperse.

Di questo e di alcune altre notizie che dimostrano come internet sia ormai da considerare un’avanguardia nella lotta per la libertà di espressione e dei diritti umani, come il recente scontro tra Google e la Cina, abbiamo parlato con Nicholas Negroponte, fondatore del MediaLab del MIT e uno dei veri “guru” del web e della cultura digitale. Un uomo che vent’anni aveva previsto – nero su bianco nei suoi editoriali sulla rivista americana Wired di cui è stato il primo finanziatore e nel suo libro “Being Digital” – tutto quello che sarebbe successo in questi anni. Cose che sembravano fantascienza.  Oggi è in Italia per ufficializzare il suo ruolo di ambasciatore per l’iniziativa lanciata da Wired Italia: a Internet il Nobel per la Pace 2010. A breve online l’intervista integrale.

Comments

comments

Topics: FACEBOOK, MEDIA, MONDO IN RETE, TG1 LIVE!, TWITTER, Unomattina_spazio web | No Comments »

Commenti