Ricerca

Categorie

Tag

Archivi


« | Main | »

Internet vs. Obama

By Francesca Oliva | novembre 20, 2009

Tutti i link e gli approfondimenti del servizio del Tg delle 13.30

Per la prima volta dall’inizio del mandato, Barack Obama è al di sotto del 50 per cento nei sondaggi sull’indice di approvazione del suo operato, il cosiddetto job approval. E proprio su internet, terreno di conquista per il democratico durante la campagna per le presidenziali, è cresciuto il movimento anti-Obama che ha anticipato questo calo di consensi.

Dopo l’inchino al re saudita, non gli si perdona la reverenza riservata all’imperatore giapponese. Soprattutto se comparato a quello di altri capi di stato e con la rilassatezza al cospetto della regina Elisabetta, culminata con un pacca sulle spalle da parte della first lady Michelle.

Obama sostiene la liberta’ della rete in Cina e risponde alle domande della blogger cubana Yoani Sanchez, ma non alla lettera aperta dei dissidenti cinesi. E ammette di non aver mai usato in vita sua Twitter, dove lo seguono quasi 3 milioni di persone

Il movimento anti-Obama si ritrova e si organizza in rete, capitanato da personaggi come Michelle Malkin, l’anchorman della Fox Glenn Beck e il conduttore radiofonico Rush Limbaugh. Esempio piu’ eclatante sono le quasi 7000 manifestazioni anti-obama in ogni angolo degli Stati Uniti. Tutte organizzate online.

Poi c’è il supporto del mondo dei blog: influenti, capillari e agguerritissimi, come hanno già dimostrato nel 2004 consegnando di fatto la vittoria a George W. Bush svelando lo scandalo che portò alle dimissioni dell’anchorman della Cbs Dan Rather e smontando l’immagine di eroe di guerra dello sfidante Kerry grazie all’associazione dei veterani del Vietnam.

Comments

comments

Topics: MONDO IN RETE, POLITICA 2.0, TG1 LIVE!, TWITTER | No Comments »

Commenti