Ricerca

Categorie

Tag

Archivi


« | Main | »

Esplorare l’oceano e attivare la macchina del tempo con Google Earth 5.0

By Francesca Oliva | febbraio 3, 2009

Suggestive novità nella versione 5.0 di Google Earth, il sistema che, associando a immagini satellitari e mappe la forza del motore di ricerca più utilizzato nel mondo, rende possibile navigare il pianeta.

C’è la “macchina del tempo” che, attraverso immagini storiche, permette di assistere all’evoluzione e ai cambiamenti geografici e urbanistici di alcune aree del mondo. Si può, ad esempio, tracciare la progressiva desertificazione del Lago Chad in Africa o monitorare lo scioglimento dei ghiacci sul ghiacciaio Grinnel nel Montana. Oppure vedere la progressiva costruzione degli stadi di calcio in Germania per i Mondiali 2006.

Il “tour di Marte” si aggiunge alla già disponibile esplorazione virtuale delle galassie, con immagini in 3D e ad alta risoluzione del pianeta rosso.

Per i tour terrestri funzionalità sempre più sofisticate permettono di registrare e condividere i propri percorsi, oppure di usufruire dell’upload di itinerari da dispositivi GPS, molto utili ad esempio per escursioni a piedi o in bicicletta.

Ma la novità più eclatante è la nuova funzione Ocean. In Google Earth 5.0 l’oceano diventa una superficie dinamica dentro la quale tuffarsi, esplorando i fondali in 3D e navigando attraverso i contenuti forniti da famosi esperti oceanografici.

Basterà “zoomare” sull’oceano per nuotare intorno ai vulcani sommersi, guardare video sulla vita marina, scoprire relitti sepolti in fondo al mare e, volendo, contribuire all’arricchimento dei contenuti caricando foto e video.

Ocean include 20 livelli di contenuti con informazioni fornite da eminenti scienziati, ricercatori e oceanografi. Dalla classica “esplora oceano” ad “aree marine protette”, che ad esempio comprende informazioni sulla Grande Barriera Corallina; da “monitoraggio animali” per seguire gli spostamenti delle balene e di altri animali marini agli “oceani di Cousteau” con video anche inediti dagli archivi del famoso esploratore oceanico.

Ocean nasce dal fortunato incontro tra l’oceanografa della National Geographic, Sylvia Earle, e il direttore di Google Earth, John Hanke, che in questo video con sottotitoli in italiano raccontano come hanno pensato e sviluppato il progetto.

“Non riesco a immaginare un modo più efficace di Ocean di Google Earth per contribuire ad accrescere l’amore verso il mare e a sensibilizzare verso la necessità di preservare questo prezioso cuore blu del pianeta”, ha dichiarato la Earle alla presentazione a San Francisco. “Per la prima volta chiunque, dai bambini ai ricercatori, può abbracciare l’intero mondo con i propri occhi. In un istante, Google Earth anima il pianeta, rendendo evidente a tutti come terra, acqua, atmosfera ed esseri viventi siano strettamente interconnessi. Nuovi percorsi, nuove correlazioni e nuove scoperte ci riempiranno di entusiasmo mentre ci immergeremo alla scoperta del mondo sommerso”.

Qui potete scaricare gratuitamente la nuova versione di Google Earth.

E, in questo video di Google Italia, trovate utilissime istruzioni per utilizzare le nuove funzionalità.

Comments

comments

Topics: MONDO IN RETE, TG1 LIVE! | No Comments »

Commenti